venerdì 31 maggio 2013

FUSILLI INTEGRALI CON CREMA DI RAPE ROSSE E CIPOLLE STUFATE





Ho voluto provare questo piatto unendo abbondante cipolla cotta al tegame con delle rape rosse precotte.
Scenografico per il risultato tecnicolor ed anche molto apprezzato per il sapore , buono anche come piatto freddo estivo.

INGREDIENTI
400 grammi di fusilli integrali
2 cipolle grandi bianche
3 rape rosse precotte
olio evo qb
sale qb
3-4 cucchiai di latte di riso
peperoncino a piacere
2 cucchiai di salsa di soia (facoltativa)
1 spruzzo di vino bianco

Mettiamo in una padella l'olio e le due cipolle tagliate sottili.
Facciamo cuocere lentamente fin quando saranno ben stufate.
Aggiungiamo un goccio di vino bianco per sfumare e saliamo.
Tagliamo a tocchetti le rape rosse dopo averle sbucciate e condiamole come un' insalata.
Mettiamo le rape condite nel cutter e mixiamo aggiungendo dei cucchiai di acqua per renderla ben cremosa.
Questa crerma la aggiungiamo alla cipolla stufata e facciamo ben amalgamare i sapori.
Per sciogliere un pochino la salsa versiamo qualche cucchiaio di latte di riso , aggiungiamo il peperoncino a piacere e se volete anche i due cucchiai di salsa di soia.
Dopo aver lessato i fusilli saltiamo gli ingredienti in padella e  serviamo ben calda.

ORECCHIETTE CON ASPARAGI,BROCCOLETTI E POMODORINI




Le orecchiette artigianali pugliesi sono un piatto eccezionale,qualcosa di meraviglioso.
Oltre al classico piatto con le cime di rapa, ho voluto variare un po la ricetta aggiungendo asparagi e  pomodorini secchi.
Questi pomodorini li sto mettendo in parecchie  preparazioni proprio perchè donano al piatto un sapore rotondo e gradevole.

INGREDIENTI
500 grammi di orecchiette artigianali
! mazzetto di asparagi
10 cime di broccoletti
5 pomodorini secchi
1/2 cucchiaino di curcuma
1 punta di cucchiaino di curry
sale qb
olio evo qb
1 pizzico di peperoncino
1 spicchio di aglio

Mettiamo a bollire l'acqua salata che ci servirà per cuocere le orecchiette circa 15 minuti.
In una padella mettiamo un filo di olio e l'aglio.
Facciamo imbiondire e togliamo l'aglio.
Aggiungiamo le cime di broccoletti tagliati molto piccole facciamo insaporire e cuocere aggiungendo 3 cucchiai di acqua.
Cuociamo con il coperchio.
Mettiamo in ammollo i pomodorini  per farli ammorbidire in due dita di acqua calda.
Dopo aver pulito e tagliato la parte legnosa,lessiamo gli asparagi  in un pentolino a bordi alti , legati con dello spago.
Copriamo il pentolino con della carta argentata chiusa tutta intorno al bordo.
Questo permetterà di cuocere a vapore gli asparagi.
A cottura ultimata, tagliamo le cime degli asparagi che lasciamo per la guarnizione del piatto,prendiamo le parti più tenere che tagliamo a rondelle il resto lo apriamo per la lunghezza e raschiamo solo l'interno prendendo solo la polpa.
Ora possiamo ripassare in padella  le cime dei broccoletti,la polpa e le rondelle di asparagi,i pomodorini rinvenuti tagliati a striscioline e le spezie.
Quando si saranno insaporiti tutti gli ingredienti saltiamo le nostre orecchiette e serviamo ben calde.


MINESTRA CON PASTA INTEGRALE , FAGIOLI E VERDURE DELL'ORTO





Una minestra davvero buona, che si fa veramente in breve tempo.
La pasta integrale ha sostituito egregiamente quella di grano duro e con una cottura giusta, non si sente affatto la differenza.
Adoro le minestre soprattutto quelle sprint fatte utilizzando la magica pentola a pressione.
Per questa versione ho utilizzato la cottura tradizionale.

INGREDIENTI
400 grammi di tubetti rigati integrali
3 zucchine medie
4 carote
250 grammi di fagioli cannellini precedentemente lessati
1 cipolla grande
olio extra vergine
sale qb
1 litro di brodo vegetale (sedano , carota e cipolla)
1/2 bottiglia di passata di pomodoro

Prepariamo il brodo vegetale con il litro di acqua salata ed aggiungiamo sedano , carota e cipolla.
Portiamo a bollore.
In una pentola mettiamo un filo di olio e la cipolla tagliata a fettine, facciamo rosolare ed aggiungiamo le carote e le zucchine  tagliate a cubetti, facciamo cuocere fin quando le verdure diventano morbide versando del brodo .
Aggiungiamo i cannellini precedentemente lessati al dente, la passata di pomodoro e la pasta integrale.
Versiamo altro brodo vegetale fino a coprire gli ingredienti e saliamo.
Portiamo a cottura girando spesso,  a fuoco moderato, continuando ad aggiungere altro brodo.
Solitamente la pasta integrale ha qualche minutino in più di cottura rispetto alla tradizionale.
Una volta cotta mettiamo nei piatti e serviamo non troppo calda, sarà più gradevole mangiarla senza scottarsi.

LENTICCHIE IN TERRINA CON PIZZETTE FRITTE DI LIEVITO MADRE





Il caldo non vuole arrivare e la sera fa ancora piacere qualcosa di caldo, un pieno di vitamine e sali minerali che aiutano sicuramente ad affrontare questo tempo ancora incerto.
Oltre aver fatto alcune bruschettine con pane integrale, ho voluto friggere qualche pizzettina morbidissima  di lievito madre per arricchire un piatto povero ma molto saporito.

INGREDIENTI
500 grammi di lenticchie piccole bio 
1 spicchio di aglio
1/2 passata di pomodoro
2 cucchiai di trito di sedano, carota e cipolla
1 litro di brodo vegetale
sale qb
1/2 costa di sedano
1 carota
1 cipolla
olio evo
3 foglie di basilico

per le pizzette:
300 grammi di lievito madre o pasta per pizza
un po di farina  per il piano di lavoro
olio di arachide per friggere


Mettiamo in una pentola il nostro litro di acqua salata , uniamo sedano, carota e cipolla e portiamo a bollore.
In un 'altra pentola facciamo un soffritto di aglio, aggiungiamo il trito di odori ed versiamo le lenticchie ben lavate ad insaporire.
Cominciamo ad aggiungere dei mestoli di brodo vegetale fino a coprire di due dita i legumi e copriamo con un coperchio che lasciamo leggermente aperto.
Ci vorranno circa 45 minuti di cottura , ma il tempo è relativo alla qualità  e alla grandezza delle lenticchie.
Controlliamole ogni 10 minuti e giriamo con un cucchiaio, aggiungiamo dopo circa 30 minuti la passata di pomodoro e portiamo a cottura , se serve aggiungiamo altro brodo, non devono rimanere asciutte..
Solo alla fine della cottura aggiungiamo un trito di basilico fresco che darà un ottimo profumo al piatto.
Serviamole non troppo calde.

Per le pizzette possiamo usare o pasta per la pizza o come in questo caso del lievito madre.
Per quattro persone prendiamo circa 300 grammi di impasto, mettiamo la farina soltanto per poter lavorare agevolmente con le mani.
Formiamo delle palline che allarghiamo a cerchio.
In una padella con olio ben caldo ,mettiamo le pizzette e le friggiamo girandole per farle dorate da entrambe le parti.
Sono un accompagnamento sfizioso da abbinare anche a delle bruschette con aglio, olio e  sale.

mercoledì 29 maggio 2013

POLPETTE DI VERDURE AL FORNO




Delle belle polpette di verdure che possono essere personalizzate a proprio gusto.
Sono colorate, rimangono croccanti all'esterno e morbide dentro, proprio un buon secondo da servire anche in versione mignon come finger food.

INGREDIENTI
4 patate lesse
4 zucchine medie
8 carote medie tenere
8 funghi champignon
1 cucchiaio di farina di farro
1 cucchiaino di curcuma
prezzemolo e basilico a piacere
1 spicchio di aglio
1 grattata di noce moscata
1/2 cucchiaino di paprika dolce
6 cucchiai pieni di pangrattato (da aggiungere se l'impasto è  
                                 umido)
sale qb
pepe qb
olio evo qb


Laviamo e lessiamo a vapore le verdure.
Una volta cotte le mettiamo in una ciotola e le schiacciamo grossolanamente  con la forchetta.
Aggiungiamo le spezie,il prezzemolo,il basilico e l'aglio tritati,saliamo e pepiamo.
Aggiungiamo il cucchiaio di farina e il pangrattato che ci aiuteranno ad avere un composto sodo , lavorabile con le mani.
Creiamo delle polpette schiacciate e ripassiamole nel pangrattato.
Prendiamo una teglia con carta forno, versiamo un goccio di olio ed adagiamo le nostre polpette ungendole con un altro filo di olio sopra.
Forno già caldo a 180° per 30 minuti, l'interno delle polpette è cotto , si devono solo dorare all'esterno.



martedì 28 maggio 2013

DELIZIA DI FARRO AL LATTE DI AVENA





Lo zucchero di canna integrale,il farro,l'avena nella loro estrema semplicità racchiudono tutti i sapori di un tempo rendendo morbida,profumata,leggera,colorata una torta perfetta per una merenda  o una colazione.

INGREDIENTI
250 grammi di farina di farro bio
50 grammi di amido di mais
150 grammi di zucchero di canna integrale
80 ml di olio di girasole bio
260 grammi di latte di avena
1 bustina di lievito per dolci
zucchero a velo qb

Per prima cosa setacciamo in una capiente ciotola la farina di farro e la maizena, aggiungiamo lo zucchero di canna e giriamo .
Aggiungiamo l'olio di girasole ed  il lievito setacciato.
Aggiungiamo adagio il latte di avena , amalgamiamo l'impasto molto bene.
Utilizziamo una tortiera a cerniera con carta da forno e con forno preriscaldato a 180° cuociamo per 35 minuti circa.
Una volta cotta e raffreddata possiamo aggiungere una spolverata di zucchero a velo.




lunedì 27 maggio 2013

INVOLTINI DI RADICCHIO E MELANZANA CON FETA ED AVOCADO





Utilizzare l'avocado in un mix di sapori devo dire che mi incuriosiva molto, ho provato ed il risultato è stato
veramente bilanciato.
Il radicchio ha dato il sapore amarognolo,la melanzana quello dolce, la feta pungente e saporita, l'avocado la cremosità , un ottimo secondo piatto o in alternativa un gustosissimo antipasto.

INGREDIENTI per 4 persone
12 fette di melanzane
12 foglie di radicchio trevigiano
1 confezione di feta ( chi non usa formaggio può sostituire con il tofu)
1/2 avocado maturo
olio evo
sale qb
pepe qb
5 foglie di basilico
10 olive nere di gaeta

Mettiamo a grigliare le melanzane su una bistecchiera o direttamente in forno, quando saranno morbide le lasciamo raffreddare .
Laviamo le dodici foglie di radicchio , scegliamole abbastanza grandi, togliamo la parte bianca più dura e sbollentiamo in acqua  salata per 5 minuti , quel tanto che basta per farle ammorbidire.
Frulliamo nel frattempo in un mixer, la feta , le olive denocciolate e il mezzo avocado .
Questa farcia non la dobbiamo salare, perchè la feta è molto saporita.
Ora componiamo i nostri involtini .
Su ogni fetta di melanzana mettiamo un po di farcia, formiamo dei cilindri che  mettiamo nella foglia di radicchio , arrotoliamo e chiudiamo bene a fagottino.
Mettiamo la carta forno su una pirofila, ungiamo di olio , ed adagiamo i nostri fagottini.
Aggiungiamo sopra un filo di olio e mettiamo in forno preriscaldato a 200° per circa 30 minuti, fin quando non si sarà colorito .
Da servire tiepidi magari abbinandoli con delle belle bruschette di pane integrale e pomodorini pachino ad insalata.

PEPERONI GRATINATI CON OLIVE





Sono deliziosi cotti in forno,semplicissimi da fare e di sicuro successo.
I peperoni sono talmente sfiziosi e versatili che vengono utilizzati in tantissime preparazioni e quando non ci sono si sente la mancanza........per chi non li digerisce può provare a togliere la buccia.

INGREDIENTI per 4 persone
2 peperoni rossi
3 cucchiai olio evo + quello per la teglia
10 olive nere di gaeta
5 foglie di basilico
1 spicchio di aglio
8 cucchiai di pangrattato
1 rametto di timo fresco
2 foglie di menta
qualche fogliolina di origano fresco
sale qb
pepe qb

Dopo aver lavato i peperoni, togliamo il picciolo e apriamo a metà priviamoli dei filamenti e dei semi .
In una terrina, mettiamo gli otto cucchiai di  pangrattato che deve riempire sufficientemente il peperone, (il quantitativo dovete farlo ad occhio perchè i peperoni hanno grandezze differenti) mettiamo  tre cucchiai di olio,le olive denocciolate, l'aglio tritato con le erbette( timo, origano, basilico e menta),il sale ed il pepe.
Cominciamo ad amalgamare,se l'impasto risulta troppo secco aggiungiamo dei cucchiai di acqua per ammorbidire (evitiamo così troppo olio).L'impasto deve essere morbido ed umido.
Cominciamo a riempire i peperoni, li adagiamo su una teglia con carta forno unta di olio evo, mettiamo un filo di olio anche sopra ed inforniamo a 200°, forno caldo, per circa 35 minuti ,fin quando non si saranno ammorbiditi e dorati. 
Sono buoni anche freddi.

FUNGHI RIPIENI AL FORNO





I funghi ripieni cotti al forno sono un ottimo contorno, in alternativa ai funghi trifolati .
Le erbette e la gratinatura ampliano le caratteristiche  del fungo con un sapore deciso e goloso.

INGREDIENTI per 4 persone
8 funghi champignon
1 mazzetto di prezzemolo e basilico
1 spicchio di aglio
4 cucchiai di pangrattato
sale qb
1 macinata di pepe
olio evo
1 cucchiaio di acqua

Per prima cosa togliamo la prima pellicola ai funghi come per pelarli.
Li sciacquiamo con velocità sotto l'acqua li asciughiamo bene e togliamo i gambi cercando di non rompere i cappelli.
Questi gambi li andiamo a tagliare a piccoli cubetti e li uniamo in una terrina con un trito di prezzemolo,basilico ed aglio, una macinata di pepe, sale ed olio e i 4 cucchiai di pangrattato.
Qualora il ripieno dovesse risultare troppo secco aggiungiamo un cucchiaio di acqua per ammorbidire.
Riempiamo con la farcia i cappelli e mettiamo a cuocere in forno preriscaldato su carta forno a 200° per circa 30 minuti, dovranno risultare ben dorati.
Serviti tiepidi sono ancora più saporiti, quindi possiamo farli anche in anticipo.

sabato 25 maggio 2013

FETTUCCINE DI MAIS CON FUNGHI PLEUROTUS E POMODORI SECCHI




Una fettuccina senza uova, che mantiene egregiamente la cottura e che si adatta bene a qualsiasi condimento.
Un' ottima alternativa alla pasta di grano duro o integrale.

INGREDIENTI per 4 persone
1 confezione di fettuccine di mais 250 grammi
10 olive di gaeta
10 pomodorini secchi
6 funghi pleurotus grandi
olio evo
sale qb
peperoncino a piacere
1 macinata di pepe
1 spicchio d'aglio

La pasta di mais ha una cottura di circa 7/8 minuti, mettiamo subito a bollire abbondante acqua salata , nel frattempo in una padella versiamo 4 cucchiai di olio con lo spicchio di aglio e facciamo insaporire i funghi tagliati a listarelle.
Sciacquiamo bene i pomodori secchi e li versiamo in due dita di acqua bollente, per farli ammorbidire.
Una volta ammorbiditi, li tagliamo a striscioline e versiamo con i  funghi assieme alle olive denocciolate.
Continuiamo a cuocere per altri due minuti a fuoco vivace,aggiungiamo se necessario altri due cucchiai di olio , il peperoncino ed a fuoco spento una bella macinata di pepe.
Una volta cotte le fettuccine , le facciamo saltare un momento in padella , serviamo ben calde,sistemando su ogni piatto abbondante condimento.



venerdì 24 maggio 2013

MEAT PIE VEGETARIANO





Il classico meat pie è quello con internamente la carne, l'ho voluto provare con un ripieno vegetale e devo dire che sono contenta del risultato.
Servito tiepido è ancora più buono perchè fa risaltare i sapori e si gusta più volentieri,senza bruciarsi la lingua.


INGREDIENTI
2 pasta sfoglia bio
1 confezione di zuppa da cuocere bio da 250 grammi(riso integrale,soia verde,grano saraceno,fagioli all'occhio, lenticchie rosse decorticate).
1/2 bottiglia di passata di pomodoro
3 foglie di basilico
1 foglia di alloro
1/2 scorza di limone grattata non trattato
1 peperone 
2 cipolle grandi dorate
1 zucchina
1 topinambur
olive nere a piacere
2 carote
1 cucchiaio di salsa di soia qb
curcuma qb
paprika dolce qb
1 punta di peperoncino
2/3 cucchiai di pangrattato
sale qb 


Mettiamo per prima cosa a sciacquare bene i semi della zuppa,facciamo un soffritto con un filo di olio e cipolla, e facciamo cuocere.
Aggiungiamo acqua salata fino a coprire di due/tre dita i cereali  .Per insaporire mettiamo la foglia di alloro, la scorza del limone grattata, le olive nere denocciolate  e la passata di pomodoro.
Ci vorranno 40 minuti circa per la cottura. 
Giriamola spesso, soprattutto sul finale , in questa preparazione,deve rapprendersi bene,perdere tutto il liquido e compattarsi.
A fine cottura  aggiungiamo , la curcuma, la paprika il peperoncino ed insaporiamo gli ingredienti. 
Lasciamo raffreddare.
In un'altra padella ,sempre con un filo di olio mettiamo l'altra cipolla e facciamo dorare, tagliamo il peperone, la zucchina, il topinambur e le carote a cubetti piccoli, saliamo aggiungiamo il basilico,il cucchiaio di soia e portiamo a cottura .
Quando è cotto, mettiamo nel cutter  e tritiamo fino ad ottenere un composto denso e liscio.
Uniamo il composto della zuppa con quello di verdure ed amalgamiamo bene .
Per far assorbire bene l'umidità unite i 2/3 cucchiai di pangrattato.
Dovrà risultare una bella farcia morbida e soda, ma non secca.
In una pirofila ,stendiamo il primo rotolo di sfoglia che ha già la carta forno, la riempiamo con la farcia e la livelliamo bene mandando l'impasto anche agli angoli.
Rifiliamo l'altro foglio di sfoglia che viene messo sopra come coperchio e cominciamo a sigillarla chiudendo a torchon , con i pezzi tagliati , creiamo delle guarnizioni .
Con il forno preriscaldato a 200 gradi , cuociamo per circa 20 minuti  fin quando la sfoglia non sarà ben dorata.
L'idea di utilizzare queste zuppe, complete di tanti cereali, può essere utile anche per altre preparazioni.





giovedì 23 maggio 2013

CREMA AL CIOCCOLATO CON NOCCIOLE E MANDORLE




Aprire la giornata con una fetta di pane e cioccolata è un lusso che ci possiamo concedere, soprattutto se la cioccolata spalmabile è fatta in casa.
Ho pensato di unire mandorle e nocciole per rendere questa crema ancora più particolare e saporita.

INGREDIENTI
150 grammi di nocciole e mandorle intere
8 cucchiaini di zucchero di canna
4 cucchiaini di olio extra vergine di oliva
120 ml di latte di avena (o altro latte vegetale)
2 cucchiai  rasi di cacao amaro

Passiamo le mandorle e le nocciole in una padella antiaderente per tostarle  e far perdere un po di  umidità, questo ci permetterà di frullarle meglio.
Cerchiamo di creare una polvere sottile e sempre frullando uniamo il latte di avena, i cucchiaini di olio, lo zucchero di canna e il cacao amaro e continuiamo a girare fin quando non otteniamo una bella crema liscia.
La consistenza è perfetta da spalmare e quando si assaggia possiamo apprezzare la granulosità rustica di mandorle e nocciole.
La possiamo conservare in frigo se rimane....infatti  il rischio è che un cucchiaio tira l'altro e finisce prestissimo!!!!!


PACCHERI CON MELANZANE,POMODORI SECCHI ED OLIVE




Il pacchero,una pasta saporita di grano duro originaria della Campania ,dove si uniscono da una parte  i profumi delle spezie fresche dall'altra la perfetta unione di  melanzane e pomodorini secchi.

INGREDIENTI
400 grammi di paccheri
2 melanzane medie
1 scalogno
6 pomodori secchi
1 rametto di origano fresco
1 rametto di timo
1 bicchiere di latte di avena
10 olive nere
 sale qb
olio evo
1/2 bottiglia di passata di pomodoro bio
3 foglie di basilico fresco

Per prima cosa mettiamo a bollire l'acqua salata per la pasta.I paccheri hanno una cottura un pochino più lunga della pasta tradizionale,circa 15 minuti.
Tagliamo a tocchetti la melanzana che  mettiamo a cuocere in una padella antiaderente con un filo di olio e lo scalogno tagliato finemente.
Per scelta personale, non aggiungo mai troppo olio alle melanzane perchè in cottura ne assorbono molto,le lascio semplicemente cuocere, girandole spesso e facendo assorbire tutta l'acqua che hanno.
In questo modo rendiamo meno pesante il condimento.
Aggiungiamo i pomodori secchi ,ammorbiditi per dieci minuti in acqua calda,tagliati a piccoli pezzi.
Quando le melanzane si sono ammorbidite, prendiamo una metà del composto e frulliamo,così da avere una parte liquida che si amalgamerà bene ai paccheri e la parte solida a tocchetti che darà la consistenza al piatto.
Riuniamo il tutto nella padella e versiamo il bicchiere di latte e la passata di pomodoro,saliamo quanto basta.
Portiamo a cottura e solo alla fine aggiungiamo origano, timo e basilico e le olive denocciolate, che renderanno ancora più profumato il piatto.

mercoledì 22 maggio 2013

CIAMBELLONE VEGAN AL CIOCCOLATO



   
    

Una sfida con me stessa per cercare il dosaggio giusto di un ciambellone senza uova e burro ma anche senza margarina.
Il risultato è questo, morbidissimo, zuccherato al punto giusto,senza retrogusto di olio,bello esteticamente.....e non si sbriciola quindi lo possiamo tagliare con facilità e servire con creme o cioccolata,ma questo lo vedremo in seguito , per il momento lo  mangiamo così e buona colazione a tutti!!!!!!

INGREDIENTI
200 grammi di farina 0 bio
100 grammi di fecola di patate
150 grammi di zucchero di canna
80 ml di olio extra vergine di oliva
350 ml di latte di soia al cioccolato 
1 bustina di lievito per dolci

Per cominciare,uniamo la farina , la fecola e setacciamo.
In una terrina uniamo alle farine, lo zucchero di canna e l'olio evo.
A parte il latte che ho unito piano piano non sapendo inizialmente il giusto quantitativo , ma 350 ml è perfetto.
Infine uniamo girando bene il lievito setacciato.
Prendiamo una tortiera a cerniera e mettiamo un foglio di carta da forno, eviteremo di dover ungere ulteriormente , versiamo il composto ed inforniamo a forno preriscaldato a 180° per 35/40 minuti.
A piacere la spolverata di zucchero a velo una volta raffreddato.



martedì 21 maggio 2013

TORTINO DI MIGLIO VEGAN ALLE VERDURE





Il miglio non è solo per gli uccellini, ma anche per tutti quelli che sono curiosi di sperimentare sapori e ingredienti nuovi.
Questa volta ho provato questo cereale che una volta cotto somiglia molto al couscous.
Il miglio è ricco di vitamine del gruppo A e B, di acido folico, di zinco, di magnesio ed è un alimento indicato per chi è ciliaco in quanto non contiene glutine.
Appetitoso in versione tortino, anche carino da vedere .

INGREDIENTI per 8 tortini

250 grammi di miglio
1 cipolla rossa di Tropea 
1 zucchina grande
1 indivia belga piccola
1 radice di  topinambur grande
1/2 peperone rosso
2 carote piccole
10 olive di Gaeta denocciolate
500 ml di latte di riso al naturale non dolcificato 
1 cucchiaio di salsa di soia
2 cucchiai di pangrattato
1 cucchiaino di curcuma
1 punta di paprika affumicata
sale qb
olio evo qb

Per prima cosa laviamo bene il miglio per togliere tutte le possibili impurità, quando l'acqua diventa limpida lo
scoliamo bene e lo versiamo in un wok.
Questa volta invece di cuocere il miglio con l'acqua , ho preferito cuocerlo nel latte di riso , che ha donato un sapore delicato alla preparazione.
Facciamo cuocere circa venti minuti , fin quando il cereale avrà assorbito tutto il latte .
Aggiungiamo del sale e lasciamo riposare a cottura ultimata, sgranando, se serve, il composto.
In un'altra padella mettiamo un filo di olio evo e la cipolla di Tropea tagliata a fettine sottili ed aggiungiamo le carote,il topinambur, il mezzo peperone,l'indivia, la zucchina e le olive denocciolate, tutte tagliate a piccoli pezzi.
Una volta ammorbidite ed insaporite, le frulliamo nel mixer.
Ottenuto il composto, lo andiamo ad unire al miglio cotto e aggiungiamo la curcuma, la salsa di soia , la paprika ed infine il pangrattato che compatterà bene il tutto.
Ungiamo con olio evo i pirottini versiamo e livelliamo il composto cospargiamo con un velo di pangrattato e un filo di olio.
Inforniamo a forno caldo a 180° per circa 30 minuti , fin quando non saranno ben dorati -
Serviamo il tortino con insalata di indivia belga e pomodorini conditi con olio, sale ed origano fresco.

lunedì 20 maggio 2013

MINESTRA DI PRIMAVERA




Una minestra con verdure miste e fagioli, servita tiepida, è veramente saporita.
Con poco a volte, si realizzano piatti semplici ma gustosi .
 Come pasta ho utilizzato gli spaghetti spezzati...mi ricordano tanto l'infanzia quando le mie nonne preparavano delle minestre meravigliose!!!!

INGREDIENTI per 4 persone
300 grammi di spaghetti bio 
3 carote
1 scalogno
1 porro
3 zucchine
2 patate novelle
250 grammi di fagioli borlotti lessati
olio evo qb
 pepe qb 
sale qb
1/2 bicchiere di passata di pomodoro
3 foglie di basilico fresco
1 rametto di timo
peperoncino qb


Devo dire che utilizzando la pentola a pressione , le minestre si cuociono velocemente.
Si fanno insaporire le verdure tagliate a tocchetti carote, zucchine, basilico, timo e patate e si aggiungono i fagioli con scalogno e porro a fettine sottili, si mette la salsa di pomodoro e dopo aver mescolato e salato si versa la pasta precedentemente spezzata .
Si copre con acqua calda fino a superare di un dito gli ingredienti e si chiude con il coperchio.
Le vitamine rimangono tutte, proprio perchè la cottura dal sibilo,con il fuoco al minimo, è di  3 minuti.
Per chi invece vuole una cottura tradizionale, in una pentola  si versa un filo di olio evo e si fanno soffriggere lo scalogno e il porro tagliati finemente.
Si inseriscono tutte le verdure tagliate piccole e si fanno cuocere ed insaporire , quando si saranno intenerite versiamo gli spaghetti spezzati e aggiungiamo acqua calda salata man mano che  la cottura va avanti, mescolando sempre.Metteremo a dieci minuti dalla fine i fagioli già cotti, con basilico e timo e il mezzo bicchiere di passata e portiamo ad ultimare la cottura.
Facciamola raffreddare un pochino, diventerà più saporita.
Non dimentichiamo dopo aver impiattato un filo di olio a crudo e del peperoncino a piacere .

domenica 19 maggio 2013

CHAPATI CON VERDURE E TOFU




Il pane chapati è tipico dell'India e dell'Africa è molto semplice da fare , per questo motivo quando a casa dovesse mancare il pane si può ricorrere a questa bontà.
Diventa come una piadina ma non ha grassi animali e quindi ideale per una alimentazione vegetariana e vegan.

INGREDIENTI per 4 chapati
350 grammi di farina bio (di cui 250 farro e 100 integrale)
acqua qb 
1/2 cucchiaino di sale

per la farcitura
1 peperone rosso
2 zucchine medie
1 cipolla di tropea
1 cucchiaio di salsa di soia
sale qb
fettine di tofu o altro formaggio vegetale

Mettere in una ciotola il mix di farine, cominciamo ad aggiungere l'acqua piano piano,quel tanto che basta per amalgamare bene l'impasto.
Deve risultare lavorabile con le mani e non bagnato.
Creiamo un panetto asciutto e sodo.
Lasciamo riposare un 15 /20 minuti e dividiamo l'impasto in pezzi tutti uguali, che singolarmente infariniamo .
Stendiamo ogni panetto con il mattarello e dopo aver fatto ben calda una padella grande antiaderente , passiamo con un tovagliolo con olio ed ungiamo leggermente, a questo punto adagiamo il nostro primo chapati allargandolo leggermente con le mani per renderlo il più possibile tondo.
Scuotiamo ogni tanto la padella e giriamolo ogni tanto per far cuocere entrambe le parti in modo omogeneo a fiamma media.
Togliamo dal fuoco e riempiamo con il condimento che preferiamo, in questo caso ho cotto in padella della cipolla di tropea,il peperone tagliato a listarelle, le zucchine e il cucchiaio di salsa di soia, ho salato leggermente ed ho stufato tutto insieme.
Alla fine su ogni chapati ho versato il condimento ed ho aggiunto le fettine di tofu, ho chiuso ed ho servito subito ben caldi.
Per una cena veloce sono perfetti e sfiziosi.

sabato 18 maggio 2013

RAVIOLI DI FARRO CON RIPIENO DI CARCIOFI E SEITAN





Questa volta per fare i ravioli ho usato la farina di farro,li ho preparati questa mattina per pranzo e anche se ne sono venuti fuori parecchi , alla fine è rimasta solo la pirofila da lavare....
Il ripieno ? Un abbinamento vincente, seitan e cuori di carciofo .Provateli e fatemi sapere.

INGREDIENTI per 4 persone (anche 6)
500 grammi di farina di farro biologica
250-270 grammi di acqua
sale qb
1 confezione di cuori di carciofo surgelati ( teneri e senza troppo scarto)
2 fette di seitan
1 cucchiaio di salsa di soia
olio evo qb
1 spicchio di aglio

per il sugo
1 manciata di olive di gaeta 
1 passata di pomodoro bio
5 capperi sotto sale
olio evo
sale qb


Mettiamo in una padella l'olio e l'aglio,quando si sarà dorato lo togliamo ed aggiungiamo il pomodoro , le olive denocciolate ed i capperi dissalati, facciamo cuocere fin quando la salsa non si sarà rappresa.
Impastiamo ora la farina con l'acqua, aggiungiamo il sale e lavoriamo bene fino ad ottenere un bel panetto asciutto e morbido.
Lo mettiamo a riposare coperto per circa 30 / 40 minuti prima di tirare la sfoglia.
La sfoglia  normalmente la lavoro con la macchinetta spessore finale 4 che equivale ad uno spessore di 2 mm circa.
Non deve essere troppo fina, per non rischiare di forare la sfoglia con l'umidità del ripieno.
Ogni lingua di pasta tirata deve essere ben cosparsa di farina o semola e tirata poco prima dell'utilizzo per non farla seccare.
Il ripieno è velocissimo da fare.
Prendiamo i cuori di carciofo e con un filo di olio e lo spicchio di aglio li facciamo cuocere velocemente in padella.
A metà cottura, per farli asciugare bene, li tagliamo a metà e dopo aver tolto l'aglio continuiamo per altri 5 minuti ad insaporirli.
Fatto questo, prendiamo le nostre 2 fette di seitan sottovuoto ( o fatto in casa) le tagliamo a cubetti e le mettiamo ad insaporire con i carciofi per qualche altro minuto.
Prendiamo i carciofi ed il seitan li mettiamo in un mixer e frulliamo aggiungendo un pizzico di sale e il cucchiaio di salsa di soia.
Il ripieno è pronto.
Tirata la sfoglia mettiamo dei piccoli mucchietti di impasto (1 cucchiaino raso), copriamo con un'altra sfoglia, spennelliamo i bordicon dell' acqua per far aderire bene le 2 sfoglie,facciamo uscire bene l'aria e
tagliamo o a rettangolo o a cerchio.
Spolveriamo un vassoio di semola o farina ed adagiamo distaccati, i nostri ravioli, spargiamo anche un po sopra e quando l'acqua salata è a bollore li tuffiamo pochi alla volta , muovendoli delicatamente con una schiumarola.
La cottura dell'impasto di farina ed acqua non è veloce  quindi assaggiamo  dopo almeno 10 /15 minuti di cottura.
Per condire bene i ravioli , prendiamo una capiente pirofila, versiamo due mestoli di sugo , versiamo i ravioli raccolti e sgocciolati con la schiumarola ,terminiamo di versare il  sugo rimasto e serviamo caldi. 


venerdì 17 maggio 2013

I CEREALI SI TINGONO DI VIOLA





Un bellissimo colore da presentare in tavola, il riso si tinge di viola e l'effetto cromatico è particolare.
Il sapore del cavolo rosso è delicato ma  deciso, l'ho accompagnato con un trito di cipolla di Tropea.

INGREDIENTI per 4 persone
320 grammi di riso misto a farro ed orzo
1/4 di cavolo rosso
1 cipolla grande di Tropea
olio evo
sale qb
1 litro di brodo vegetale fatto con sedano, carota e cipolla

Il procedimento è semplice.
Ho fatto soffriggere delicatamente la cipolla tagliata a fettine con un filo di olio evo.
Una volta dorata,ho aggiunto il cavolo rosso tagliato a listarelle finissime ed ho  versato il riso crudo
 ed il farro e l'orzo(lessati leggermente prima),aggiungendo sale quanto basta.
Con la cottura in pentola a pressione aggiungiamo il brodo vegetale caldo ,fino a coprire di un dito il riso,poi,  dal sibilo si mette al minimo e si fa cuocere per 7 minuti.
 In pentola con cottura tradizionale, si aggiunge un po alla volta il brodo vegetale e si porta a cottura girando spesso ci vogliono almeno 20 25 minuti con arborio o carnaroli mentre con riso integrale almeno 40 minuti.La cottura comunque è indicata orientativamente sempre sulla confezione.
Servire tiepido  con un filo di olio evo a crudo e listarelle di cavolo fresco.



mercoledì 15 maggio 2013

SPAGHETTI BIO CON RAGU' DI FUNGHI E SEITAN





Un piatto di spaghetti con  ragu' di seitan  e funghi mette proprio di buonumore.
Anche i palati piu' esigenti ,con un condimento così, si sentiranno appagati !!!!

INGREDIENTI per 4 persone
400 grammi di spaghetti bio
1 bottiglia di passata di pomodoro 
1 confezione di funghi champignon
1 spicchio di aglio
200 grammi di seitan
1 pizzico di paprika dolce
1 pizzico di curry
1 pizzico di paprika affumicata
olio evo qb
sale qb

Mettiamo a bollire l'acqua per gli spaghetti e saliamo.
In un wok mettiamo un filo di olio e uno spicchio di aglio,.facciamo leggermente insaporire, aggiungiamo i funghi tagliati a fettine e facciamo cuocere a fiamma vivace, cercando di asciugarli bene dall'acqua di cottura.
Intanto, in un mixer, mettiamo il seitan tagliato ,le spezie e tritiamo bene per una manciata di secondi.
Quando sarà tritato, lo aggiungiamo ai funghi, lo facciamo insaporire e, a questo punto, aggiungiamo la passata e saliamo a piacere.
Facciamo cuocere coprendo leggermente con un coperchio fin quando la salsa si sarà rappresa.
Condiamo la pasta e serviamo calda mettendo sopra un po del condimento.