mercoledì 20 novembre 2013

GNOCCHI DI PATATE ALLE VERDURE CON TOPINAMBUR E PANNA VEGETALE




Ma che sapore un bel piatto di gnocchi fumanti!!!! Come resistere? proprio non si può. Un peccato di gola che possiamo concederci come rito consolatorio in giornate piovose e fredde, l'arrivo del topinambur mi ha fatto gioire, lo adoro ed ora che finalmente  l'ho trovato, come non metterlo in gioco in questo piatto?

INGREDIENTI
8 patate medie a pasta gialla
farina di farro qb (400 grammi circa)
8  funghi champignon
2 topinambur
2 zucchine romanesche
1 cipolla rossa grande
1 cucchiaino abbondante di paprika affumicata
1 confezione di panna vegetale(soia)
sale qb
olio evo qb

prepariamo le verdure sbucciamo per prima cosa la cipolla ed il topinambur e li affettiamo sottilmente, tagliamo a rondelle le zucchine e a fette i funghi



in una padella mettiamo un filo di olio evo ed aggiungiamo la cipolla ed il topinambur tagliati e facciamo dorare per pochi minuti


tagliamo a cubetti le patate e le cuociamo a vapore


una volta lessate le passiamo ancora calde al passapatate, dopo averle passate tutte le facciamo raffreddare così assorbiranno meno farina


mentre le patate si raffreddano aggiungiamo al composto di cipolla e topinambur le zucchine ed i funghi e facciamo cuocere a fiamma vivace fin quando tutta l'acqua di cottura delle verdure non si sarà assorbita.
Se dovesse essere troppa scoliamola e rimettiamo sul fuoco.
A fiamma spenta aggiungiamo la panna vegetale (soia) che scalderemo solo al momento di condire gli gnocchi 


aggiungiamo la paprika affumicata 


possiamo cominciare ad aggiungere farina alle patate , salando il composto.
La farina non ha un peso ben definito proprio perchè ,come più volte detto, cambia la consistenza delle patate più o meno acquose, la cosa essenziale è che dobbiamo ottenere un panetto ben consistente che non si attacca alle mani .
Tagliamo dei pezzi di pasta dal panetto e li stendiamo su un piano infarinato, facciamo dei cilindri che taglieremo a pezzetti regolari con l'aiuto di un coltello.
Spolveriamo di farina e distanziamoli su un vassoio largo fin quando non andranno cotti. Dopo averli realizzati, in una pentola alta con acqua a bollore già salata li versiamo pochi alla volta, rimarranno ben staccati.Quando verranno a galla saranno pronti 


con l'aiuto di una schiumarola, li prendiamo e li versiamo in una teglia larga, con parte del condimento riscaldato al momento, per amalgamare la panna e la paprika.Se il composto dovesse risultare troppo denso sciogliamolo con qualche cucchiaio di acqua di cottura. Serviamoli ben caldi.



martedì 19 novembre 2013

ZUCCHINE RIPIENE CON POMODORINI E RISO BALDO INTEGRALE




Ancora qualche bella zucchina romanesca sono riuscita a trovarla. Perchè non utilizzarla per fare delle piccole zucchine ripiene ? e con lo stesso ripieno perchè non riempire dei piccoli pomodorini ciliegino? e come rinunciare a delle belle polpettine con lo stesso impasto? prendi 3 paghi 1 ed il piatto è pronto in tre varianti accompagnato da un ottimo riso integrale bio e della cicoria ripassata in padella cosa voler di più in un piatto? adoro avere tante cosine sfiziose da mangiare ,tutte rigorosamente bio-veg!!!!

INGREDIENTI
4 zucchine romanesche
2 fette di seitan sottovuoto
1 spicchio di aglio
1/2 cucchiaino di curry
1/2 cucchiaino di curcuma
1 cucchiaino di paprika affumicata
1 piccolo pezzo di zenzero fresco
1 cucchiaio di pangrattato
2 rametti di prezzemolo
sale qb
pepe qb
olio evo qb

per il riso
200 grammi di riso baldo integrale
1 cucchiaio di aceto balsamico
olio evo qb
sale qb
brodo vegetale (sedano, carota e cipolla) per cuocere il riso qb


dopo aver lavato le zucchine , tagliamo a pezzi e con l'aiuto dello scavino togliamo l'interno della polpa


prendiamo la polpa della zucchina e la frulliamo con il prezzemolo, lo spicchio di aglio ed un pizzico di sale e pepe


frulliamo insieme anche le fettine di seitan,il pangrattato ed aggiungiamo le spezie


con la gustosa farcia ottenuta riempiamo i cilindri di zucchina tagliati a misura , riempiamo i ciliegini tagliati a metà e privati dei semini e con il rimanente impasto creiamo delle polpettine mettiamo tutto in una teglia unta di olio e cospargiamo anche le verdure con un filo di condimento


inforniamo a 200° forno caldo per 35-40 minuti

(dicono di non lavare il riso ma personalmente lo passo sempre sotto l'acqua per togliere qualche piccola impurità) 
ora lessiamo il riso baldo integrale in brodo vegetale per 40 minuti oppure in pentola a pressione per 20 minuti, certo la cottura è un po lunga ma vale veramente la pena mangiarlo


una volta cotto l'ho fatto raffreddare e prima di servire l'ho condito con olio evo, sale e aceto balsamico semplice ma buono.
Cerchiamo di dare una forma al riso quando lo impiattiamo farà da contorno e da pane ......

giovedì 14 novembre 2013

SPICCHI DI CARCIOFO ALLA MENTA




Come poter rinunciare a questi saporitissimi carciofi?
Sono cominciati in tutto il loro splendore,i miei preferiti sono i violetti , poco scarto,teneri  e  veloci da cucinare .
Mangiati crudi,mantengono inalterati tutti i sali minerali e le vitamine e con una bella spruzzata di limone fissiamo anche quel ferro che andrebbe perso .
Saltati velocemente in padella sono sfiziosi e croccanti ed accompagnano perfettamente  qualsiasi  pietanza. 

INGREDIENTI
6 carciofi violetti
2 spicchi di aglio
olio evo  qb
1 macinata di pepe
3 rametti di prezzemolo
foglie di menta

La parte più laboriosa è pulire i carciofi.
Togliamo prima di tutto 2 giri di  foglie esterne ,lasciando il più possibile quelle più tenere.
Tagliamo per circa 1 cm la punta del carciofo con un coltello ben affilato e ruotandolo cerchiamo di tagliare tutto intorno .
Tagliamo il gambo più legnoso e spelliamo  tagliando il rimanente gambo, fino alla corona del carciofo.
Tuffiamoli in acqua e limone per non farli annerire.
Nel frattempo mettiamo sul fuoco una padella con olio ed i due spicchi di aglio, facciamo colorire e dopo aver sgrondato i carciofi dall'acqua in eccesso li tagliamo a metà (eliminando la barbetta interna qualora ci fosse!!!) e poi a fettine sottili.
Tuffiamoli nella padella e facciamo cuocere, saltando velocemente .
Cerchiamo di farli insaporire tenendoli croccanti.
Saliamo e pepiamo ed aggiungiamo la menta ed il prezzemolo tritati , ultima insaporita e serviamo tiepidi o freddi.


FAGIOLANDIA CHE BONTA'




Cambiamo look ai fagioli ,passiamo a quelli del Purgatorio di Gradoli piccoli, bianchi e tenerissimi,si potrebbero utilizzare anche senza ammollo da secchi ,ma io preferisco lasciarli qualche oretta a rinfrescarsi . La cottura è sui 50 minuti , ottimi freddi ad insalata o a minestra, il risultato è ottimo ed il sapore avvolgente e delicato , un piatto povero che si veste da ricco per il contenuto proteico e l'alto valore nutrizionale del legume.Importante inserirli più volte a settimana in una alimentazione vegetariana e vegana.

INGREDIENTI
500 grammi di fagioli del Purgatorio
1 cipolla bianca
1 porro intero
1 costa di sedano
2 carote
olio evo qb
sale qb
1 macinata di pepe 

da unire:
2 peperoni verdi friggitelli
10 pomodorini ciliegino
1 costa di sedano fresco
2 carote a cubetti
10 olive verdi schiacciate
foglioline di menta

in una pentola mettiamo un generoso filo di olio evo ed aggiungiamo dopo aver tagliato a rondelle il porro , la cipolla a fettine ed il sedano e la carota a cubetti facciamo imbiondire 



versiamo i nostri fagioli precedentemente ammollati  e facciamo insaporire con il trito di verdure


aggiungiamo dell'acqua bollente non salata fino a coprire di due dita i fagioli e copriamo lasciando leggermente aperto il coperchio.
Da questo momento a fiamma media facciamo cuocere per circa 50 minuti assaggiando di tanto in tanto per capire la consistenza.
Chiudiamo la fiamma quando sentiamo che sono cotti  ma al dente,  perchè finiranno di cuocere per qualche altro minuto solo con il calore della pentola,ora saliamo , qualora il liquido fosse troppo , scoliamo i fagioli e conserviamo il brodo di cottura per la prossima minestra


ecco la cottura ultimata dopo 50 minuti i chicchi sani e perfettamente integri


una volta che i fagioli saranno freddi possiamo condirli ad insalata unendo delle belle olive verdi schiacciate e piccanti ,dei pomodorini , dei friggitelli tagliati a rondelle una bella costa di sedano e foglioline di menta che daranno un senso di freschezza al piatto.


Aggiustiamo di sale , maciniamo un po di pepe nero e condiamo con un ottimo olio evo 

Lasciamo da parte qualche cucchiaio di fagioli per fare la minestra!!!!

mercoledì 13 novembre 2013

POLPETTONE VEGAN ALLE VERDURE CON SOIA



Delizioso, da gustare tiepido o addirittura freddo ,quindi comodissimo da fare prima di un pranzo o una cena e servirlo all'ultimo momento anche quando siamo di fretta e vogliamo qualcosa di appetitoso. Ricco di verdure e di spezie , compatto al taglio è un ottimo piatto da accompagnare con una cicoria ripassata in padella, dei broccoletti o dei saporitissimi carciofi, a voi la scelta dell'abbinamento.......

INGREDIENTI
250 grammi di mollica di pane
70 grammi di granulato di soia
2 carote
1 costa di sedano
2 patate medie
6 fiori di zucca
2 cucchiai di farina di farro
1 pezzo di zenzero fresco
1 grattata di noce moscata
1/2 cucchiaino di curcuma
1 cucchiaio di pangrattato
olio evo qb
1 manciata di foglie di basilico 
qualche rametto di prezzemolo
sale qb
pepe qb


mettiamo ad ammorbidire la mollica del pane con un pochino di acqua



ammolliamo anche il granulato di soia con dell'acqua per farlo idratare


scoliamo e strizziamo bene il pane e la soia e mettiamo in una ciotola


aggiungiamo il trito di aglio, prezzemolo e basilico ed aggiungiamo al composto


tagliamo il pezzetto di zenzero fresco ed aggiungiamolo


mentre  il sedano, le carote e le patate verranno lessati a vapore


una volta cotte, uniamo il tutto ed aggiungiamo i fiori di zucca a pezzettini piccoli,la noce moscata, la curcuma il pangrattato ed infine la farina, il sale ed una macinata di pepe nero


amalgamiamo con le mani ,fino ad ottenere un impasto liscio e compatto,ora prendiamo uno stampo da plumcake , ungiamo con dell'olio evo e spolveriamo con altro pangrattato


compattiamo bene livellandolo, spargiamo in superficie un pochino di pangrattato ed un filo di olio evo ed inforniamo a 200° per circa 35- 40 minuti.
Quando sarà cotto aspettiamo che intiepidisca e serviamo a fette con il contorno scelto ed una maionese vegetale.


martedì 12 novembre 2013

GRISSINI AL SESAMO CON PASTA DI PANE




Dopo aver impastato un bel filoncino di pane mi è venuta l'idea di creare dei sfiziosi grissini al sesamo.
L'impasto era sufficiente per una ventina  di grissini ,tanto per provare ed il risultato devo dire carino ed appetitoso.
Perchè non servirli a tavola come sfizio da sgranocchiare prima del pasto? unica cosa certa è, che fatti in casa sono tutta un'altra cosa, senza grassi se non un pochino di olio extra vergine di oliva ....da provare sicuramente

INGREDIENTI
1 bicchiere di acqua
350 grammi circa di farina di farro
2 cucchiai di olio evo
1/2 cubetto di lievito di birra
1 pizzico di sale
semi di sesamo

sciogliamo il lievito nell'acqua aggiungendo il cucchiaio di olio,cominciamo ad incorporare la farina poco a poco girando con un cucchiaio.
Aggiungiamo lontano dal lievito il pizzico di sale e cominciamo a lavorare bene l'impasto fin quando non diventerà liscio ed omogeneo e non si attaccherà più alle mani.
Se dovesse servire altra farina tenetela sempre a disposizione, nella lavorazione e nell'assorbimento , i quantitativi possono leggermente variare.
Una volta finito di impastare , copriamo con un tovagliolo e facciamo lievitare fin quando l'impasto non avrà raddoppiato il volume.
A questo punto su un piano infarinato, creiamo con piccoli pezzi di impasto dei cilindretti lunghi che andremo ad ungere e passare nei semi di sesamo


cuociamo in forno a 200° gradi per circa 20 minuti , sistemiamoli in modo carino accanto ad altro pane saranno molto carini da vedere.

RAVIOLI RIPIENI AI BROCCOLETTI CON CREMA DI FUNGHI




Pasta di semola di grano duro , acqua  un pizzico di sale e questa volta niente impasto a mano ma con planetaria....spassosissima aiutante in cucina.
Il ripieno è stato un riciclo del giorno avanti ,praticamente una crema densa di broccoletti e panna di soia con la quale ho condito la pasta e qui utilizzata come farcia.
Il condimento con crema di funghi, ha avvolto il sapore spiccato del broccoletto ed il mix di sapori è stato davvero gradito!!!
Per la cottura dei ravioli ringrazio una cara amica di famiglia che mi ha regalato una chicca niente male.....
Grazie Enrica .

INGREDIENTI
per la pasta:
400 grammi di semola di grano duro
280 grammi di acqua
1 pizzico di sale

Condimento per ravioli 
farcia:
10 cime di  broccoletti siciliani
2 cucchiai olio evo
panna di soia qb 

10 funghi champignon 
1 spicchio di aglio 
olio evo qb
prezzemolo fresco
1/2 bicchiere di passata di pomodoro
sale qb
pepe qb


mettiamo la semola nella ciotola



aggiungiamo l'acqua lentamente man mano che viene assorbita  e aggiungiamo il sale


si formerà una bella palla di impasto che prenderemo e lavoreremo delicatamente con una spolverata di semola , la lasciamo riposare coperta con un tovagliolo per circa 10 minuti


la stendiamo in strisce di 2 o 3 mm di spessore ed adagiamo sopra la nostra farcia, con l'aiuto di un cucchiaino, distanziamola almeno 3 cm uno dall'altra , adagiamo sopra l'altra sfoglia , mandiamo fuori l'aria interna alle sfoglie e coppiamo con un bicchierino






























una volta chiusi con i rebbi di una forchetta e sigillati bene in una pentola con acqua bollente li tuffiamo una decina per volta e li sbollentiamo soltanto pochi secondi , li tiriamo su e li adagiamo in una pirofila questo ci permetterà di non doverli cuocere subito e non si attaccheranno tra loro .Prima di condirli li riprendiamo e li versiamo di nuovo in acqua bollente per 2 minuti e tutto sarà perfetto(la pasta fresca si cuoce velocemente)

nella foto sotto, sono state appena sbollentate in seguito nella stessa acqua bollente li  rituffiamo dentro pochi minuti e condiamo sono PERFETTI 



ora dedichiamoci al condimento,prendiamo  i funghi, togliamo la pellicina, li sciacquiamo velocemente e li tagliamo a fettine 


li passiamo in padella con uno spicchio di aglio e del prezzemolo tritato facendo asciugare bene e salando solo alla fine per non far tirare fuori acqua in eccesso (dovesse esserci troppa acqua cerchiamo di scolarla)


aggiungiamo un pochino di salsa di pomodoro e facciamo addensare, aggiungiamo del sale se serve  e pepiamo


una parte del composto la frulliamo a purea non troppo densa (eventualmente aggiungiamo del latte vegetale o dell'acqua per allungarla un po ) ed una parte dei funghi la lasciamo per guarnire il piatto


in una pirofila grande versiamo il nostro condimento sui ravioli caldi e impiattiamo subito mettendo come guarnizione su ogni piatto delle fettine di fungo


All'interno dei ravioli ho messo i broccoletti cotti a vapore e poi ripassati in padella con uno spicchio di aglio, un goccio di panna di soia per amalgamare  del sale e del pepe.
Ho frullato tutto ottenendo una bella salsa densa e non acquosa ideale per i ravioli.


PASTA E FAGIOLI CON QUEL QUID IN PIU'




Vi ricordate i fagioli dell'altro giorno???? Quelli di San Lorenzo.....beh una parte l'ho conservata per fare una bella pasta e fagioli , oltre a questi legumi meravigliosi ho aggiunto delle belle verdure fresche e una volta a tavola il profumo intenso e goloso ci ha conquistati!!!Da ripetere sicuramente....

INGREDIENTI (per 4 persone)
200 grammi di spaghetti  spezzati di grano duro
200 grammi di fagioli cotti
2 carote
1 casta grande di sedano
2 patate medie 
1 porro
4 foglie grandi di cavolo nero
sale qb
pepe qb
brodo messo da parte dalla cottura dei fagioli
acqua calda qb
olio evo qb

Non metto, questa volta, il procedimento con le foto , perchè l'unica particolarità è la cottura dei fagioli , descritta nelle ricette precedenti.
Avendo già cotto i fagioli ,il più è fatto, dobbiamo solo far soffriggere in un generoso filo di olio evo il porro tagliato a fettine sottili, le carote e la costa di sedano a pezzetti , le patate  a piccoli cubetti ed il fantastico cavolo nero tagliato a striscioline sottili con l'accortezza di togliere bene la costa lasciando solo la foglia (non cuocerebbe mai , troppo dura ).
Dopo aver girato più volte le verdure per farle insaporire , possiamo aggiungere il brodo della cottura dei fagioli ed i fagioli stessi ben riscaldati( darà più corpo e densità alla nostra minestra) facciamo sobbollire qualche minuto e aggiungiamo i nostri spaghetti spezzati che dovranno cuocere per circa 10-12 minuti a seconda della qualità.
La quantità di brodo non è sufficiente a coprire tutta la cottura della minestra per questo motivo fate bollire a parte dell'acqua salata  che aggiungerete man mano che la cottura procede.
La minestra dovrà risultare densa ,quindi aggiungiamo sempre poco alla volta il liquido.
Assaggiamo di sale  e quando la pasta sarà al dente togliamo dal fuoco e lasciamo riposare quel tanto che basta a farla intiepidire (io utilizzo il lavabo che riempio con acqua fino a metà pentola e comincio a girare ....si raffredda velocemente e ferma anche la cottura della pasta!!!)
Una volta pronta impiattiamo e maciniamo sopra del pepe,chi lo gradisce anche un pochino di peperoncino fresco non guasta......


Per chi volesse utilizzare la pentola a pressione il procedimento è lo stesso,l'acqua deve superare di due dita le verdure, chiudiamo il coperchio e a fuoco medio aspettiamo il momento del sibilo, a questo punto, dobbiamo mettere al minimo sul bruciatore più piccolo e contare al max 4 minuti di cottura per la pasta...tutto sarà cotto alla perfezione.

martedì 5 novembre 2013

FAGOTTINO DI MELE IN PASTA FILLO




Ormai la mia adorata frutta estiva  è finita lasciando il posto a delle succosissime ed invitanti mele. Perchè non deliziare i nostri commensali con  un dolcetto carino da vedere e facilissimo da fare? Questa volta ho utilizzato la pasta fillo con un ripieno davvero goloso ci vuole davvero poco e l'effetto è assicurato.....

INGREDIENTI
1 confezione di pasta fillo (7 fogli)
2 cucchiai di cocco disidratato
8 datteri snocciolati bio
2 quadrotti di cioccolata fondente
2 mele golden
1 manciata di mandorle 
1/2 cucchiaino di cannella
1 cucchiaio abbondante  di zucchero
1 limone spremuto bio
pangrattato qb

prendiamo le mele , dopo averle lavate le sbucciamo



 le tagliamo a piccoli cubetti , spolverizzando di zucchero e aggiungendo subito il succo di limone che non le farà annerire


tagliamo a coltello i datteri, le mandorle e la cioccolata fondente fino ad ottenere dei pezzi piccoli e mischiamo tutto assieme alle mele,aggiungiamo il cocco ,la cannella e la spolverata di pangrattato (che assorbirà un po di umidità)


nella mia confezione ho trovato 7 fogli grandi di pasta fillo , per fare questi fagottini ogni foglio è un dolcetto, quindi lo prendiamo e lo chiudiamo a metà e poi nuovamente a metà così da consentire al composto umido di non forare la pasta


questa è la pasta fillo piegata ora mettiamo un po di composto e pieghiamo i due lembi della parte più lunga al centro.
Poi chiudiamo le altre due estremità, facendole  aderire bene,lasciando un ciuffetto sopra.
L'ideale è chiuderli con uno stecchino che si sfilerà con facilità una volta cotto


sistemiamo la parte superiore del fagottino aprendo bene i foglietti, cospargiamo di zucchero e spennelliamo di olio per evitare che la pasta si secchi troppo,,mettiamoli in una teglia con carta forno unta ed inforniamo a 180° forno caldo per 15-20 minuti al max 


una volta cotti si presentano così appena tiepidi li spolveriamo con dello zucchero a velo e serviamo